La figura camaleontica del Social Media Manager

Il Social Media Manager ha assunto ormai un ruolo fondamentale in quella che è un’industria in continua espansione e quotidiana trasformazione. Il numero di utenti che si connettono tramite i canali Social è esorbitante (1.6 miliardi per Facebook, 325 milioni per Twitter, 110 per Pinterest giusto per citarne alcuni) così come la molteplicità delle azioni che vi compiono: tenersi al corrente delle ultime news, cercare un nuovo impiego, conoscere meglio un Brand, seguire le elezioni presidenziali o semplicemente stare in contatto con amici e fare nuove conoscenze. Il SMM ideale dovrebbe avere le qualità per attrarre il giusto pubblico, saper parlare il loro linguaggio e solleticare i punti sensibili, incentivarne il coinvolgimento con una pagina e preferibilmente trasformare il loro interesse in qualcosa di molto concreto per un Brand o un’azienda. Affinché i contenuti raggiungano una certa viralità e comincino ad essere condivisi con una certa consistenza, devono essere promossi e sostenuti da una solida strategia di Social Media Marketing.

Per questo ho provato a stilare una lista delle 7 skills più utili ad un Social Media Manager al fine di ottenere i risultati desiderati, ampliare la portata e la visibilità di una pagina e, in definitiva, essere vincente sui Social Media!

competenze-social-media-manager

Un buon Social Media Manager dovrebbe sapersi orientare nella giungla social

Project Management – Le skills di un Social Media Manager

Gestire canali Social significa anche avere una visione d’insieme di come questa strategia possa servire al proposito finale di una azienda: in pratica, una strategia Social ben definita è cruciale per il successo di un Brand. Un Project Manager capace riesce a dare la giusta priorità ai compiti da svolgere e a distinguere correttamente tra una attività importante ed una urgente oltre a massimizzare le risorse a disposizione per portare a termine il lavoro. Il Project Management nell’area dei Social Media va aldilà della sola produzione e programmazione di post. La giornata tipica include mansioni quali:

  • Revisione dei contenuti
  • Programmare i contenuti futuri
  • Interagire e gestire le richieste degli utenti
  • Collezionare ed analizzare metriche e dati

Tuttavia, rompere ogni tanto la routine quotidiana può essere utile per concentrarsi sull’elaborazione di una strategia di lungo termine e sulla sua esecuzione, magari in collaborazione con il resto del team.

project-management-competenze

Una visione d’insieme di tutta l’attività è essenziale per un Social Media Manager

Soft Skills – Le skills di un Social Media Manager

Per quanto scontata, questa peculiarità è verosimilmente la più necessaria. L’abilità di un SMM nel socializzare ed entrare in sintonia sia con la propria community che con gli Influencers è imprescindibile: un buon modo è quello di fornire un valore aggiunto all’audience e di presentarsi in modo genuino e naturale, così da porre le basi per connessioni durature. Nessun follower ha interesse a dialogare con un Brand “saccente” e il cui unico proposito è quello di ripetere quanto sia bello, speciale e migliore degli altri! Le persone si aspettano di essere ascoltate, di ricevere una risposta veloce alle loro richieste e curiosità oltre a ricevere delle informazioni e opportunità di reale validità e non triti e ritriti spot commerciali.

Competenze analitiche – Le skills di un Social Media Manager

Saper interpretare numeri e statistiche significa capire anche quanto una strategia Social sia performante o meno: la lettura di metriche di riferimento su strumenti come Google Analytics o SeoMoz, misurare il coinvolgimento del pubblico attraverso gli “Insights” forniti all’interno delle stesse piattaforme o tramite altri strumenti di gestione dei Social Network, collezionare informazioni demografiche e relative alle abitudini Online sono alcuni dei segni distintivi di un SMM di successo. Il suo ruolo è quello di non perdersi troppo dietro al numero di likes, condivisioni e aumento del following se restano fini a se stessi (ossia finiscono per restare “vanity metrics”) ma saper usare i mezzi giusti per rintracciare leads e conversioni avvenute, i veri parametri che consentono di dedurre quali sono i contenuti che funzionano o meno.

social-media-kpis-dati

La capacità di analisi dei dati è basilare per ogni Social Media Manager

Web Design – Le skills di un Social Media Manager

Essere un buon Web Designer non è qualcosa che ha unicamente a che fare con il postare foto tecnicamente ineccepibili dal punto di vista grafico: per quello è possibile (nei limiti) anche affidarsi ad un esperto che si occupi in toto di questo aspetto oppure utilizzare tools accessibili anche a chi non è un maestro del settore come Canva. Dietro al postare ad una fotografia su un Social piuttosto che un altro, vi sono altri pezzi del puzzle da unire: saper coniugare un immagine con i 140 caratteri di Twitter, riproporre contenuti all’orario ottimale e per l’audience giusto o stabilire il tipo di format grafico più idoneo alla piattaforma in cui si va ad agire (per fare un esempio l’infografica è il formato perfetto per Pinterest, mentre è il peggiore per Facebook).

Copywriting – Le skills di un Social Media Manager

L’arte di scrivere contenuti allettanti al fine di aumentare l’engagement, copre diverse aree e può manifestarsi sotto diverse forme:

  • Scruttura di un blog post
  • Creazione di un Tweet
  • Composizione di titoli ed healines
  • Elaborazione di inviti all’azione efficaci

Date un’occhiata a questo grafico, frutto di una ricerca compiuta da BuzzStream, per avere immediatamente chiara l’importanza del copywriting:

Capacità di Copywriting e Social Media

L’importanza di un buon copy per un Social Media Manager è ben sottolineata in questa grafica

Su un campione di 900 utenti di diversi Social Media, un significativo 45% indica l’autopromozione sfrenata come la causa primaria che li porta a smettere di seguire un Brand, mentre un sempre cospicuo 34% farebbe lo stesso di fronte a messaggi automatizzati. Ecco perché contenuti ben scritti ed indirizzati hanno un peso rilevante per prendersi cura (e quindi) mantenere fedele i propri seguaci.

La propensione al miglioramento – Le skills di un Social Media Manager 

Nel momento in cui parliamo di gestione dei Social Netowrk, in particolar modo attraverso molteplici canali, è determinante stabilire degli obiettivi concreti e specifici, raggiungerli e fissarne di più alti! Ciò che rende qualcuno un candidato ideale per gestire una moltitudine di canali Social è il rifiuto di accontentarsi dei risultati ottenuti: un atteggiamento che deve tramutarsi nella spasmodica ricerca del miglioramento di ogni singolo aspetto del mestiere e che dovrà tradursi in un aumento costante dei followers, delle condivisioni e del tasso di partecipazione su Facebook, Instagram, Pinterest e via dicendo.

Calma e pensiero positivo – Le skills di un Social media manager

Ebbene si, per quanto conveniente (e divertente) possa essere interagire sui Social Media, ci sarà sempre chi esporrà critiche (in modo più o meno marcato), chi disapproverà quello che fate e chi porterà sulle vostre pagina un’”aura” negativa in generale. Se non si fa attenzione e non si mantiene un certo spirito, è molto probabile essere trascinati via dall’influsso negativo e dimenticare tutto il resto. Un atteggiamento positivo aiuterà certamente ad affrontare le situazioni spinose, a declassare situazioni di tensione e ad incanalare eventuali arrabbiature dei followers verso la giusta direzione.

come-gestire-comunita-social-media

Un atteggiamento positivo da parte del Social Media Manager può aiutare a gestire correttamente la comunità social

CONCLUSIONI FINALI
Insomma, se vogliamo tirare le somme un SMM all’altezza deve essere ben organizzato, competente, capace di gestire le relazioni sociali, ambizioso, con un buon gusto di design e… ottimista 🙂 Diciamo che essere multi-tasking è dir poco ma se avete già familiarizzato con questo settore dovreste esserne già ben consapevoli. Avete bisogno di info e suggerimenti ulteriori? Contattatemi per una consulenza e ne parleremo assieme! 😉