Diventare copywriter al giorno d’oggi, soprattutto nel campo digitale, non è un gioco da ragazzi: incarichi a pochi euro, clienti restii a pagare, poco rispetto per la propria professione e per ciò che viene consegnato. Se siete del campo, avrete una certa familiarità con questi aspetti. Ad ogni modo, tutti i contenuti digitali hanno bisogno del forte supporto delle parole. Testi, audio, video: tutti necessitano di una buona capacità di scrittura a monte se vogliamo che le persone ne siano catturate e, soprattutto, le condividano.

Se scrivere è sia la vostra professione che passione le scelte sono essenzialmente due: continuare ad accettare lavori poco gratificanti e sottopagati o scegliere qualcosa di meglio. Perché qualcosa di meglio esiste! Nella mia attività professionale di copywriter ho notato alcuni tratti e punti di forza vitali, senza considerare il talento, che possono marcare la differenza tra diventare storyteller professionisti (e quindi giustamente ricompensati) o continuare un’attività di scrittore a tempo perso senza vedere alcuna speranza di venire pagati per questo.

Read More